trading geometrico
LA SINTESI GEOMETRICA

La tecnica che conoscerete in questo sito rappresenta una novità assoluta nel modo di intendere l’ utilizzo di un grafico per prendere decisioni di trading e, al tempo stesso, l’ evoluzione di un filone dell’ analisi tecnica che esiste sin dagli inizi della stessa ( a questo proposito si veda l’ articolo sulla storia degli approcci geometrici in analisi tecnica)

Abbiamo chiamato “Sintesi Geometrica” questa particolare tecnica al fine di esaltarne la natura appunto Sintetica che la caratterizza. L’ informazione fornita da Gtrading può essere intesa come complementare alle tradizionali tecniche analitiche ( Analisi Fondamentale, Analisi Tecnica, Analisi Ciclica) nel aiutare l’ operatore professionale a prendere le proprie decisioni in base ai propri orientamenti strategici.

DEFINIZIONE

La Sintesi Geometrica è una tecnica che consiste nel Misurare in maniera Matematica i movimenti di prezzo (Cioè il Range massimo minimo degli stessi ponderato con il tempo impiegato, quindi con la velocità) per misurare indirettamente la forza emotiva che li ha causati. Questo è reso possibile da una proprietà matematica della volatilità dei prezzi comune ad ogni mercato.

IMPORTANTE

Sebbene in molti casi il prezzo percorra interamente i vettori e le analisi ci consentano di individuare i momenti di svolta del mercato, la Sintesi Geometrica non effettua “previsioni” sull’ andamento dei prezzi, ma si limita a misurare e descrivere i movimenti di prezzo mettendoli in relazione tra di loro secondo ben precisi rapporti matematici che derivano dalla natura della volatilità dei prezzi, quindi descrive il presente mettendo l’ operatore in condizioni di prendere le proprie decisioni e di fare la propria scommessa sul futuro con una maggiore cognizione di causa.
Sussistendo una relazione tra questi movimenti e le forze di acquisto/vendita che il hanno causati, misurare questi swings significa implicitamente misurare queste forze.
Anche quando la misurazione è eseguita correttamente tuttavia, può però accadere che queste forze cambino in modo repentino modificando gli equilibri e di conseguenza il quadro dinamico.

​I livelli di supporto/resistenza, da intendersi nel modo che sarà illustrato sotto non rappresentano dei massimi o dei minimi “predetti”, ma dei livelli di prezzo che se raggiunti in un determinato momento temporale hanno una elevata probabilità (statisticamente provata) di essere seguiti da un cambio di velocità nel movimento. Quando la velocità cambia al punto di diventare “negativa” sul grafico osserviamo una inversione.

La sintesi geometrica non è un miracoloso sistema per fare soldi facilmente, ma deve essere utilizzata insieme a stop loss, target di profitto, money management e tutto ciò che è necessario per un’ operatività profittevole.

Se opportunamente utilizzata, la Sintesi Geometrica può offrire da sola un EDGE ( vantaggio oggettivo) ad una tradizionale tecnica.


ALTRE DEFINIZIONI

MOVIMENTO DI PREZZO

Per Movimento di Prezzo, intendiamo una variazione di prezzo nel tempo.
Anche intuitivamente si può comprendere che ad esempio una escursione di 100 punti dell’indice Dax non sono lo stesso movimento se per farli sono occorsi pochi minuti o alcuni giorni. Da quanto detto discende la necessità di porsi la seguente domanda: Se per fare 100 punti sono state necessarie 3 ore, quanto tempo dovrebbe durare una escursione di 200 punti per poterla dire equivalente alla precedente? oppure, quale escursione dovrebbe avere un movimento della durata di un’ ora per dirsi equivalente al precedente?
Porsi questo problema equivale a porsi il problema della scala del grafico.

FORZE CHE MUOVONO IL MERCATO

Uno swing di prezzo è l’ effetto netto di tutte le componenti positive e negative che spingono gli operatori ad acquistare o a vendere al meglio.
Contrariamente a quanto comunemente si pensa, infatti, non è una maggiore quantità di acquisti o di vendite a muovere i prezzi, ma piuttosto l’ attitudine diversa che avranno i compratori e i venditori, laddove il prezzo salirà se i compratori pur di comprare saranno disposti a pagare prezzi sempre più alti e viceversa scenderà quando i venditori pur di liberarsi del bene in oggetto accetteranno cifre sempre più basse nel timore che il prezzo possa scendere sempre di più.
Gli elementi che concorrono a modificare questa attitudine possono essere ricondotti a diverse cause, quali notizie, eventi di natura fondamentale o macroeconomica come ad esempio decisioni in materia di politica economica o fattori climatici nel caso delle materie prime, tuttavia il modo con qui questi fattori impatteranno sui prezzi, non potrà prescindere da una situazione dinamica che era già in atto prima che si verificassero e che costituiva l’ inerzia di forze che avevano mosso i prezzi in precedenza.
Ecco dunque che una accurata misurazione dei Movimenti di Prezzo, quale quella effettuata attraverso la Sintesi Geometrica consente di valutare questi fatti in maniera oggettiva, senza perdere di vista il contesto nel quale vengono a calarsi.

TIME FRAME DI OSSERVAZIONE

Le forze che possono influenzare il movimento dei prezzi, inoltre, lo faranno in una misura che potrebbe ad esempio modificare la struttura dei movimenti di prezzo su un time frame inferiore senza intaccare però l’ inerzia di fondo del prezzo visibile su un orizzonte temporale più ampio.
Lo studio della sintesi Geometrica su diversi Time Frames ( tipicamente Settimanale, Giornalier ed Orario) consente di valutare e Misurare i movimenti in maniera QUANTITATIVA ed oggettiva, scevra dalle impressioni o dalle percezioni personali, che spesso si trovano ad amplificare o a ridurre la portata di certi eventi.

PREVISIONE DEI PREZZI FUTURI

La Sintesi Geometrica si pone dunque come una disciplina che non ambisce in alcun modo a prevedere il futuro, ma che piuttosto si limita ad analizzare in maniera obiettiva il presente per definire nel modo più attendibile l’ inerzia dei movimenti attuali.
Questa inerzia proietterà degli scenari, la cui attendibilità risentirà soprattutto della permanenza delle condizioni presenti al momento della misurazione.
In altre parole è possibile stimare con una certa accuratezza la probabile evoluzione dei prezzi data una certa situazione dinamica, ma a patto che le forze in gioco nel mercato non cambino più di tanto.
Per illustrare meglio il concetto possiamo fare riferimento all’esempio di un pallone in movimento: studiando la sua velocità, la direzione che ha seguito fino a questo momento ed il suo peso, potremo stimare con una certa accuratezza in che punto e anche in quale momento terminerà la sua corsa e questo senza necessariamente conoscere chi lo ha messo in movimento magari con un calcio, ne perché lo ha fatto; quello che però non potremo mai sapere è se dalla nostra stima al termine del movimento non interverrà qualcun’altro dando un nuovo calcio alla palla.

SCALA DEL GRAFICO

Nello studio dei Movimenti di prezzo e della loro misurazione, definire una scala del grafico equivale a stabilire un rapporto di equivalenza tra tempo che passa e punti di prezzo che consenta di mettere in relazione in maniera lineare i movimenti di prezzo.
​odificare.

VETTORI

Una volta che abbiamo stabilito una opportuna scala del grafico potremo rappresentare tutti i movimenti di prezzo attraverso dei vettori, cioè dei segmenti orientati a forma di freccia, le cui lunghezze rispetteranno l’ ampiezza dei movimenti e la cui inclinazione o coefficiente angolare rappresenterà la velocità del movimento stesso.
La misurazione geometrica della lunghezza dei vettori e della loro inclinazione all’interno delle aree da essi definiti è il cuore della sintesi geometrica.
In linea di massima ( esistono delle eccezioni che laddove si troveranno saranno spiegate) quando costruiamo una struttura geometrica come potrebbe essere ad esempio un quadrato, lo faremo sempre partendo da un vettore, che di solito indicheremo con le lettere AB.

Esempio 1

In questo grafico del cross USDCHF Abbiamo tracciato il vettore iniziale con una freccia blu, mentre il vettore costruito sulla diagonale è indicato dalla freccia rossa.

RAPPORTI MATEMATICI

I movimenti di prezzo, quando si svolgono in condizioni per così dire normali, senza sbalzi di volatilità, tendono a relazionarsi l’un l’ altro secondo certi rapporti matematici. In altre parole, si osserverà che la lunghezza di un vettore misurerà come quella di un altro moltiplicato per un certo rapporto, che è la radice quadrata di un multiplo del primo.
Avremo così, che posto 1 la lunghezza di un vettore, gli altri tenderanno a misurare valori come Radice quadrata di 2, Radice quadrata di 3 , Radice Quadrata di 4, Radice quadrata di 5 oppure in maniera inversa i loro reciproci quali 1/radq2 ; 1/radq3 etc.

Questi rapporti Sono alla base della Geometria e la loro presenza sui mercati deriva dalla relazione che esiste tra la volatilità, ovvero la misura del grado di incertezza dei prezzi, e il tempo che passa, cosicché Una volatilità giornaliera poniamo dell’1% equivarrà ad una volatilità a due giorni del 1% x Radq2 .

Il motivo di questo risiede nel concetto di probabilità composta, laddove a fronte di due possibilità ( rialzo o ribasso), la probabilità che il movimento ipotetico ( esempio 1%) si verifichi due volte dalla stessa parte non è 1/2 ma 1 su 4, da cui si deduce la relazione di cui sopra.

La coincidenza tra il fatto statistico e quello Geometrico, che è necessariamente armonico essendo questi rapporti alla base di ogni forma e modello di crescita geometrico è un fatto notevole che se da un lato consente di comprendere in maniera rigorosa la costante presenza di questi rapporti tra vettori in un grafico adeguatamente squadrato, dall’altro non diminuisce il fascino di osservare un mercato che a dispetto dell’apparente disordine si mostra molto spesso perfettamente armonioso.

VETTORI ARMONICI

Una volta messo in relazione correttamente il prezzo di un determinato strumento finanziario con il fattore tempo attraverso l’ attribuzione di una opportuna scala del grafico, i movimenti di mercato, che abbiamo rappresentato come vettori, tenderanno ad assumere certi rapporti matematici sia tra di loro che tra le loro componenti.
Poiché i vettori sono molteplici e in un certo senso continuano la loro azione anche a distanza di tempo, è bene comprendere il meccanismo alla base del quale vengono scelti:
Il primo elemento da considerare è la presenza dei Rapporti Geometrici delle due componenti di prezzo e tempo che costituiscono il vettore.

Esempio 2


Il grafico è lo stesso già visto nell’ esempio 1. In questo caso è possibile vedere che le due componenti ( variazione di prezzo e di tempo) del vettore AB erano a loro volta correlate da un rapporto armonico (1-1/√2). Ricordiamo ancora una volta che il grafico era stato preventivamente squadrato secondo una ben precisa relazione matematica che lega prezzo e tempo, pertanto praticamente tutti i vettori rilevanti devono essere armonici nelle loro componenti.

SCELTA DEL VETTORE

Abbiamo dunque visto come la scelta del vettore, pur essendo soggettiva deve sottostare a dei requisiti ben precisi, uno dei quali è la sussistenza di una relazione armonica in partenza tra prezzo e tempo.
Un secondo elemento è dato dal tempo: a parità di altri fattori, il vettore più recente è quello che più sarà legato a quello futuro.
Il terzo ed ultimo parametro oggettivo è dato dal modulo del vettore. A parità di altre condizioni un vettore più ampio nel modulo sarà maggiormente influente per il movimento successivo.
In base a questi parametri ed alla configurazione grafica che abbiamo di fronte scegliamo nei nostri grafici i vettori che meglio si prestano a descrivere le potenzialità di un movimento in atto.

ESEMPIO 3

In questo grafico vediamo come a sua volta il vettore AB fosse legato al movimento precedente ZA, che si vede essere armonico in se ( rapporto tra prezzo e tempo 2:1). Si noti come il rapporto tra AB e ZA sia di (1:1/√2). Per la verità si verifica molto spesso la presenza di una stretta relazione tra il rapporto armonico insito nel vettore iniziale e quello che poi si rivela successivamente come livello di cambio di velocità.

Invitiamo il lettore a verificare per suo conto come la situazione dell’ esempio 1 sia molto simile a questa.
COME POTEVAMO SAPERE CHE IL MOVIMENTO SUCCESSIVO AD A-B NON SI SAREBBE FERMATO SULLA BASE DEL QUADRATO?
Atteso che si sarebbe potuto anche fermare lì, tornando a leggere i criteri che utilizziamo per determinare su quale vettore basare la nostra analisi procediamo dapprima constatando che tanto il vettore ZA che il vettore AB sono armonici in se, ovvero sono costituiti da componenti di prezzo e tempo tra di loro in relazione armonica; successivamente sceglieremo tra i due il vettore AB in quanto temporalmente più vicino, per proiettare la possibile evoluzione del movimento.
E SE IL PREZZO SI FOSSE FERMATO SUL QUADRATO?
Ne avremmo preso atto ed avremmo corretto la nostra analisi. E’ importante comprendere che il mercato non si muove come vogliamo noi e che la Sintesi Geometrica non è una palla di cristallo che ci dice tutti i movimenti di mercato, quindi gli operatori che se ne avvalgono non possono prescindere dal conoscere il mestiere del trading, che è quello di saper mettere in atto delle strategie che mirino ad ottenere il massimo dagli strumenti tecnici a disposizione. Il servizio di Gtrading vuole infatti essere innovativo anche in questo:
L’ utente può entrare nel sito e raggiungere velocemente lo strumento tecnico che vuole consultare, visionando l’ ultimo aggiornamento. Ogni qual volta il mercato mostra di aver cambiato le forze in gioco i grafici vengono prontamente aggiornati e questo rende l’ informazione immediata, affidabile e veloce.
E’ nostra opinione che nel trading la velocità di fruizione delle informazioni sia molto importante. L’ operatore professionale non ha tempo da perdere a ricercare un grafico che ha ricevuto due giorni prima.

SUPPORTI E RESISTENZE

Quando parliamo di supporti e resistenze ci riferiamo sempre a livelli di prezzo in un determinato tempo.

Dal nostro punto di vista se un livello di prezzo si verifica in anticipo o in ritardo rispetto al previsto ( ovviamente nei limiti di una tolleranza) riteniamo che ci sia un motivo probabilmente legato all’ influenza di un altro vettore oppure alla probabile continuazione di un movimento .

I livelli di supporto o resistenza di volta in volta individuati devono essere considerati come target inerziali di un movimento.

ESEMPIO 4


Il grafico è sempre lo stesso dell’ esempio 1. Come si vede nei primi giorni del movimento la velocità era tale da condurre per inerzia il prezzo in area 0.876 per il 27 gennaio ( punto Y). Questo livello era un target inerziale, che però è venuto meno con l’ abbandono del vettore da parte dell’ azione prezzo-tempo.

Queste situazioni sono frequenti, soprattutto all’ inizio dei movimenti, quando è difficile intuire il vettore realmente intrapreso, oppure quando come nel nostro esempio interviene uno shock esterno che rallenta il movimento.

​STRATEGIE DI TRADING

Esistono decine di strategie che possono essere messe in atto nel trading. Ci riproponiamo di creare una guida che illustri in che modo sia possibile trarre giovamento dalla conoscenza degli equilibri armonico-geometrici in molte di queste tecniche.
In questa sede ci limitiamo a catalogare le strategie in trend following e contrarian.

Trend following

Offrendo una informazione sulla dinamica del prezzo e sull’inerzia dei movimenti, la Sintesi Geometrica può essere utilizzata dai traders Trend follower per dare un contesto alle proprie tattiche basate sui breakouts o sui ritracciamenti, offrendo una idea precisa circa quanto potrebbe durare ancora una tendenza e quanto esteso potrebbe essere il movimento atteso. I vettori stessi potranno essere utilizzati come vere e proprie medie mobili lineari e una volta abbandonati offrire l’ informazione circa una velocità che viene meno.
L’ argomento è Trattato in questo articolo sulle Applicazioni Trend Following

Contrarian

I traders che invece preferiscono cogliere gli swing e prendere quindi posizione sui livelli di resistenza saranno sempre avvisati al raggiungimento di un livello di Prezzo-Tempo interessante, poi starà a loro decidere il tipo di conferma da attendere, in linea di principio, una semplice barra di inversione potrebbe essere una conferma debole, laddove un pattern di inversione formato da più barre potrebbe essere più rassicurante; per contro però il rischio in termini di punti nel secondo caso sarà maggiore.

L’ argomento è Trattato in questo articolo sulle Applicazioni Swing Trading

Conclusioni

La Sintesi Geometrica è semplice nei suoi principi e può essere compresa ad un primo livello da chiunque.
Ciò che deve essere compreso è che il tipo di informazione che può ricevere da questa tecnica è totalmente diversa da quella che si può ottenere dall’ analisi tecnica, ciclica o fondamenta, pertanto rappresenta un elemento che oltre a vivere di vita propria rappresenta il complemento ideale di qualsiasi approccio tecnico.

Non dimentichiamo mai che il mestiere del trader è quello di prendere decisioni e neanche un tool potente come la Sintesi Geometrica può farlo al posto nostro, tuttavia una buona tecnica sarà d’aiuto tanto al trader esperto, che avrà a disposizione più possibilità strategiche, quanto al novizio, che non avendo a disposizione ancora la capacità strategica e la disciplina, merci rare che si acquisiscono solo attraverso l’ esperienza, potrà in parte colmare queste carenze potendo contare su una visione spesso affidabile ed acquisire quella sicurezza che spesso manca al neofita.